Perù

Introduzione Perù

Il Perù è sicuramente una delle destinazioni più rappresentative del Sud America e probabilmente più ricche di fascino, dove si riscontrano gli elementi più caratteristici di questo continente. Il Perù si trova nella parte centro occidentale del continente ed é diviso in 3 regioni naturali: il litorale, la zona montagnosa e la foresta. La lingua ufficiale è lo spagnolo. Il quechua e l’aymara, lingue indigene parlate prevalentemente nella regione andina, sono riconosciute localmente come ufficiali.

Questo paese a cui appartiene una storia di 10 mila anni, che si estendeva anticamente dalla Colombia fino all’ Argentina, è stato la culla di millenarie civiltà precolombiane tra cui troviamo i Chavin, i Moche, i Wari, i Chimu e chiaramente l’ impero degli Inca e il suo regno, il Tahuantinsuyo. Civiltà queste che hanno lasciato una ricchissima eredità culturale al paese che è riuscito a conservarle egregiamente attraverso il tempo e che oggi ci offre la possibilità di conoscere attraverso i suoi musei e siti archeologici. Tra questi troviamo: Caral, una delle più antiche città delle Americhe (forse dell’intero mondo); la tomba reale di Sipán, la tomba del gran signore della civiltà Moche (il più importante ritrovamento archeologico degl’ ultimi tempi); gli enigmatici geroglifici di Nazca; l’anticosantuario Inca del Machu Picchu (che significa in quechua: vecchia cima, vecchia montagna); la portentosa e ancora poco conosciuta fortezza di Kuélap (impressionante cittadella fortificata).

Dovuto alla sua posizione geografica, alla sua speciale morfologia e alle due opposti correnti marine che lo attraversano (quella calda del Niño e quella fredda di Humboldt), il Perù possiede uno degli ecosistemi più ricchi al mondo con 10 parchi nazionali (tra cui il Huascarán e il Manu) , 21 siti naturali (tra cui il Cañon del Colca, il Lago Titicaca, il Lago Sandoval, le isole di Suasi, Amantaní, Uros e Taquile) e una miriade di altre riserve naturali. Si stima che sul territorio peruviano ci siano piú di 400 specie di mammiferi, 1.700 di uccelli, 500 di rettili e anfibi e circa 2.000 specie di pesci. In poco tempo si può passare da un esteso deserto della costa pacifica alle vertiginose montagne della cordigliera andina o trovarsi in piena selva amazzonica dove vivono ancora, malgrado che la loro sopravvivenza sia messa a dura prova, numerose popolazioni indigene.

Il Perù, un mondo ancora vergine, in gran parte inesplorato, che i conquistatori del XVI secolo credevano nascondesse i tesori di El Dorado. Un affascinante territorio, con una cucina ricercata e apprezzata nel mondo intero. Un arcobaleno di suoni, sapori e colori; danze, feste e processioni da scoprire con noi. Il clima è molto vario a causa dell’estensione del Paese e delle diverse altitudini.

Le stagioni rispetto alle nostre sono invertite. L’estate peruviana (il nostro inverno) nella zona delle Ande è piuttosto piovosa, l’inverno secco. Il Perù è comunque visitabile tutto l’ anno. Il periodo più indicato è quello compreso tra i mesi di aprile e giugno. Il clima della zona andina in quest’ epoca dell’ anno è simile alla nostra primavera e la stagione delle piogge è appena terminata (minima 5º e massima 25º). Anche i mesi tra luglio e novembre sono consigliati, che corrisponderebbero all’inverno e all’inizio della primavera caratterizzati nella zona andina da clima secco e da un’ottima visibilità in montagna. Da dicembre a marzo, corrispondenti all’estate, le temperature minime e massime sono più elevate con possibilità di piogge alternate a schiarite. La regione amazzonica è caratterizzata da clima tropicale caldo-umido con temperature sui 30º e possibilità di brevi acquazzoni e precipitazioni più intense da dicembre a marzo.

Prenota questo viaggio Richiedi il tuo viaggio su misura


Proposte viaggi in Perù – Inspiring Travel Experiences

Dicono di noi

GermanEnglish