viaggio nord-est del brasile

Dicono di noi

“To know the road ahead listen to those coming back” – Yang Lian

Destinazione: Nord Argentina

Testimonianze: Nord Argentina 25 agosto – 08 settembre 2017

Ciao Tim,

come a tuo desiderio, ti diamo qualche indicazione ed impressione del nostro viaggio in Argentina, durato dal 25 agosto (partenza da Milano) all’8 (anzi al 9) settembre 2017. Il volo di andata è andato bene. Al ritorno abbiamo subito i ritardi e gli annullamenti dovuti allo sciopero del giorno prima della nostra prevista partenza messo in atto dal personale che si occupa delle valigie. Siamo dunque potuti partire il giorno seguente e abbiamo avuto così la possibilità di visitare San Paolo grazie a un tour city ben organizzato evidentemente all’ultimo da Tim, fermandoci a dormire in questa città, in un hotel vicino all’aeroporto.

Quando siamo arrivati a Buenos Aires siamo stati accompagnati da una guida parlante italiano per una mezza giornata di visita della città. E’ stato molto utile, così che nella parte finale del viaggio – quando siamo rimasti a Buenos Aires per altri tre giorni – sapevamo già come muoverci e cosa approfondire.

Il giorno dopo l’arrivo a Buenos Aires con un volo interno siamo arrivati a Salta e quel giorno siamo stati accompagnati da un’altra guida parlante italiano (Cecilia), che ci ha fatto visitare la città ed accompagnati durante la visita al bellissimo Museo dell’Alta Montagna (imperdibile ed emozionante).

A Salta abbiamo conosciuto la guida che poi ci avrebbe accompagnato per tutto il resto del tour fino a rientrare dopo ca. una settimana sempre a Salta, per poi ancora tornare a Buenos Aires. Ma andiamo con ordine.

Da Salta, con la nostra guida David (ex camionista che nel 2001, a causa della grave crisi economica che aveva colpito Argentina, aveva perso il lavoro e che con grande spirito di iniziativa si è riciclato facendo la guida in quei posti in cui precedentemente si occupava di trasporti con il suo camion) siamo partiti per la Quebrada di Humahuaca, lasciando la Finca Valentina, piccola struttura bellissima dove la sera abbiamo cenato e gustato un coniglio buonissimo. David ha subito dimostrato di sapere moltissime cose e il fatto che anche lui parlasse italiano ci ha molto facilitato nelle domande e risposte. La sua guida è sempre stata prudente ed attenta, lasciandoci il tempo necessario per goderci tutti quei paesaggi unici e che continuamente cambiavano. Da Salta siamo arrivati a Iruya, passando dalla Quebrada Humauaca; siamo giunti sul posto verso sera e l’ultimo raggio di sole ha illuminato la bella chiesetta gialla. Il paese è molto carino, in salita, con ciottolato e un cimitero – ma non triste – dietro l’hotel, fatto come tutti gli altri cimiteri della zona, con l’oratorio in mezzo e tombe sparse, anche su più piani, con tanti fiori finti colorati.

Il giorno seguente siamo ripartiti rifacendo in senso inverso la Quebrata di Humahuaca, ma fermandoci nei vari paesini tipici (anche se forse un po’ troppo turistici, ma patrimonio mondiale dell’UNESCO). Durante il percorso ci siamo soffermati anche a visitare Tilcara e Uquia (con una chiesetta carina e gelida, grazie ai materiali usati), andando a mangiare da Olga, pranzo casalingo squisito con prodotti del suo giardino. Abbiamo anche comperato da lei bella coperta di lana di lama. Tra i vari punti di interesse abbiamo anche visto il Cerro dei 7 colori, con vicino un altro caratteristico cimitero. Abbiamo pernottato a Purmamarca, paesino carino, anche se anch’esso con le bancarelle un po’ troppo turistiche. La struttura era molto bella e tranquilla, a ca. 20 minuti a piedi dal centro. La mattina seguente abbiamo fatto una bellissima passeggiata alle 09.00 di ca. 45 min., vedendo colori bellissimi; non c’era nessuno, dato che la gente – inspiegabilmente o forse tipicamente 😊 – arrivava più tardi, quando fa caldo ed i colori sono meno belli.

Da Pumamarca è iniziato il vero viaggio, nella direzione di Tolar Grande, passando da paesaggi unici, come Salinas Grandes, San Antonio de los Cobres (dove abbiamo pranzato), il deserto dei cristalli e il deserto rosso che visto al tramonto esaltava i suoi incredibili colori. L’altezza cominciava a farsi sentire, ma bastava mangiare leggero ed evitare sforzi, bere in abbondanza e tutto andava ed è andato bene! Arrivati a Tolar grande abbiamo dormito per la prima volta sopra i 3000 m e di notte la sensazione diversa si è sentita (battito cardiaco un po’ più accelerato, ma nulla di trascendentale); ancora una volta è bastato non stramangiare, evitare l’alcol e non fare sforzi e bere tanta tanta acqua naturale. Il giorno seguente siamo proseguiti verso El Penon, la regione senza dubbio più emozionante con paesaggi mozzafiato. Sull’altopiano della Puna non cerano turisti; neppure gli argentini arrivavano fin li. I grandi pullman si fermano nella Quebrada di Humahuaca. Eravamo solo noi due e David, nel silenzio e la pace delle alture andine. Per lunghi tratti non arrivava la linea telefonica e non c’era alcun wifi (ma David aveva con sé sempre il satellitare e regolarmente notificava all’agenzia con mezzi tecnici dove ci trovavamo). Qui i paesaggi lasciano di stucco, grandi salar e saline, con paesaggi dove ad un certo punto è comparsa anche il mistico vulcano di Llullailaco, dove era stata trovata la tomba dei tre bambini conservati a Salta nel Museo dell’Alta Montagna: un vulcano di quasi 7’000 m, con la neve. Al Penon siamo rimasti due notti; come al Tolar Grande la notte la temperatura scendeva sotto lo 0 termico, ma durante il giorno vi era un’escursione termica enorme, arrivando anche a 30 gradi. Il clima è sempre stato secco. Al Tolar Grande c’erano per la notte delle stufe elettriche, mentre al Penon le camere erano riscaldate da delle stufe a legna che con lunghi tubi davano una certa temperatura, senz’altro sufficiente, per non avere freddo. Tolar Grande e El Penon sono alimentati da un generatore; a El Penon il generatore funzionava solo dalle 17.00 alle 23.00 e con esso anche un lento wi fi. Come detto la zona del Penon è stata senza dubbio quella più bella ed emozionante, con dei paesaggi molto vari, dalla sabbia, alle colate laviche di basalto e di pomice, con laghetti che si dipingevano del colore delle montagne vicine e del cielo, rosso e blu; il nero della contrastava con la la vegetazione di un giallo intenso e le montagne rosse e verdi. Stupendo. Non sono mancati gli animali, compreso alcuni fenicotteri, soprattutto bianchi; e poi c’erano gli asini, i lama, le delicate vegonie.

Alla partenza dal El Penon avevamo capito che il top del tour lo stavamo lasciano alle spalle, anche se certi che avremmo visto altri paesaggi molto belli ma forse meno emozionanti.

Siamo dunque partiti per la direzione di Cafayate, dove finalmente abbiamo potuto bere un buon Malbec, vino corposo e che richiama la terra. A Cafayate l’albergo era molto bello, ma abbiamo cenato fuori (consigliabile), in un ristorante buonissimo, dove abbiamo gustato per la prima volta l’agnello, constatando che non aveva alcun gusto di selvatico.
I vigneti di Cafayate, con alcuni cactus nel loro mezzo, erano variegati e tenuti benissimo, con le cantine attorno, dalle più vecchie a quelle nuove.
Il giorno seguente abbiamo visitato altre due Quebrada, de la Concias e de las Flechas, per poi arrivare in serata a Molinos, paesino molto carino, con una chiesetta caratteristica. L’hotel era molto bello e ci siamo fermati a cenare, anche perché di alternative non ce n’erano.

Il giorno seguente siamo partiti per rientrare a Sata, passando dal bellissimo ed imperdibile paesino di Cachi, con il suo Cabildo e la chiesa, costruzioni caratteristiche dell’Argentina, che peraltro avevamo cominciato a vedere a Salta e abbiamo ritrovato a Buenos Aires. A Cachi abbiamo pranzato e assaporato un capretto divino, squisito, da non perdere: neppure lontanamente si poteva percepire un gusto di selvatico.

Giunti a Salta abbiamo voluto cenare in centro, al ristorante Dona Salta, molto buono, con la favolosa carne argentina. La sera abbiamo un po’ girato, ma l’ambiente non ci ha entusiasmati e pertanto siamo rientrati alla Finca Valentina, dove ancora una volta ci siamo trovati molto bene.

Il giorno dopo abbiamo finalmente riposato un po’ per poi prendere l’aereo nel primo pomeriggio e ritornare a Buenos Aires.
A Buenos Aires siamo rimasti tre giorni; la città è particolare, siccome è fatta di quartieri che sono molto diversi fra loro.
E’ una grande città, ma la nostra impressione è che fossero tante città vista la diversità tra un quartiere e l’altro.
Puerto Madeiro è oggi un quartiere moderno. In quella zona abbiamo mangiato due volte, talmente era buono il manzo e il vino che lo accompagnava (Las casa de las Lilas). Porto Madeiro è un quartiere molto bello, da visitare la sera, con il ponte di Calatrava e tanti baretti. Il giorno dopo abbiamo visitato il centro, con la Casa Rosada, il Cabildo (rifatto) e altro. La Calle Florida un po’ decadente. Nei giorni a seguire abbiamo visitato anche gli altri quartieri, come detto molto diversi fra loro, compreso Palermo vecchia.
Una sera abbiamo visto uno spettacolo di tango all’Esquina de Homero Manzi e un’altra sera abbiamo visto uno spettacolo Jazz di altissima qualità al Torquato Tasso (locale tipico per il jazz e gli spettacoli di musica analoghi, ma in un quartiere che è meglio raggiungere in taxi la sera). Non abbiamo neppure mancato la visita al cimitero monumentale, il Museo di Evita, il Museo dell’arte sudamericana e altro ancora, come la Boca.

L’ultimo giorno avevamo programmato di visitare un ulteriore museo, ma siamo stati avvisati che il nostro volo di rientro in Italia, passando nuovamente per San Paolo, previsto nel tardo pomeriggio era stato annullato; così abbiamo dovuto recarci subito all’aeroporto per trovare un’alternativa che inizialmente sembra avessimo trovato, per poi gradualmente capire che a San Paolo non avremmo mai preso la coincidenza per Milano e si prospettava dunque la necessità di pernottare a San Paolo. Nulla di male, anzi. A seguito del forzato pernottamento a San Paolo e grazie al fatto che in quei giorni molti brasiliani avevano fatto vacanza, siamo riusciti a spostarci direi agilmente su strade che usualmente sono intasate! Abbiamo così messo a frutto un’intesa visita di 5 ore della città , organizzata all’ultimo minuto da Tim. Siamo stati accompagnati da una guida parlante inglese e spagnolo, competente e gentile, che ci ha fatto visitare in particolare il centro, il quartiere cinese e la grande via dove si alternano palazzi, grattacieli e piccole costruzioni di inizio 1900.

La sera avevamo il volo per Milano e siamo arrivati tempestivamente all’aeroporto per evitare problemi.
Il giorno dopo siamo arrivati a Milano e poi rientrati a casa, con dei ricordi indelebili, soprattutto della Puna.

Tim ci ha sempre seguiti ed in caso di necessità è sempre stato reperibile e disponibile.

Carla e Alberto

Destinazione: Patagonia

Testimonianze:PatagoniaExpress 28 agosto -17settembre 2017

Alessandro ed io abbiamo conosciuto Tim pochi mesi prima della nostra partenza per l’Argentina e nel pieno dell’organizzazione del nostro matrimonio svoltosi a fine agosto.
Siamo partiti per la Patagonia dal 28 di agosto al 17 settembre e non ci siamo pentiti nemmeno una volta di esserci rivolti a Tim per l’organizzazione del nostro viaggio di nozze, organizzazione che si è rivelata essere impeccabile.
Tim ha saputo accogliere tutte le nostre richieste consigliandoci nelle scelte, rispettando il nostro budget e rendendo il nostro viaggio indimenticabile.

Un viaggio in Patagonia è adatto per chi ama gli spazi sconfinati ed il contatto con la natura. Il nostro primo timido approccio in questa terra sconfinata è stato a Valdès, qui abbiamo avuto l’occasione di vedere e fotografare la balena australis, esperienza veramente emozionante. Essendo inoltre alloggiati presso l’Estancia Punta Delgada (situata in uno dei posti più reconditi della peninsula) abbiamo avuto la possibilità, accompagnati dalla loro guida, di passeggiare per ore fra le colonie di Elefanti e Leoni marini.
Grandi assenti sono stati però i Pinguini di Magellano, i quali a fine agosto non avevano ancora popolato le “pinguinere” del posto, motivo per cui, per chi ama questi simpatici pennuti, è consigliato un viaggio a stagione più inoltrata.
La seconda tappa ci ha condotti verso il profondo sud, a Ushuaia – la “fin del mundo”, a partire dalla quale abbiamo avuto dapprima accesso al Canal del Beagle (la navigazione del quale è fortemente consigliata) ed in seguito al Parco Nazionale della Tierra del Fuego con tanto di pagaiata contro vento fino alla Baia LaPataia ed al famigerato cartello della fine della panamericana. Consigliatissima la tappa a “la Cocina del Freddy” per una cena a base di granchio reale.
Il nostro viaggio ha poi proseguito verso El Calafate, dove ci aspettava il ghiacciaio Perito Moreno ed i suoi colori spettacolari. Irrinunciabile è il minitrekking che ti permette di arrampicarti con i ramponi attraverso la parete sud del ghiacciaio.
L’avventura è in seguito proseguita a el Chalten con i suoi sentieri infiniti ed i suoi paesaggi mozzafiato. Per poterne godere appieno bisogna un po’ faticare ed essere pronti ad ogni clima ma il Cerro Fitz Roy vale tutti i km camminati.
Ci siamo poi diretti in Cile, al Parco Nazionale del Torres del Paine, dove abbiamo beneficiato del pacchetto Wildlife Safari dell’EcoCamp.
L’EcoCamp è situato alla base del Cerro Torre, la montagna più famosa del Torres del Paine. Concepito come “resort” a basso impatto ambientale, le camere sono dei “domes” riscaldati con stufe a legna, la cucina (assolutamente squisita) utilizza prodotti locali e di stagione ed il segnale telefonico è completamente assente così come il segnale wi-fi; l’ideale per chi vuole disintossicarsi dalla vita quotidiana.
Il programma EcoCamp offre escursioni quotidiane di differente grado di difficoltà sempre accompagnati da guide competenti, pronte ad adeguare il programma se il clima rigido ed il “viento patagonico” non permettono il corretto svolgimento delle attività previste.
Highlight del soggiorno all’EcoCamp è stato sicuramente l’avvistamento del puma andino.

Le nostre peripezie sono infine terminate a Buenos Aires. Per il noi il rientro in città è stato, dopo 3 settimane in Patagonia con i suoi spazi sconfinati, un vero trauma, motivo per cui non abbiamo goduto di questa bella città (molto europea) come meritava. Sicuramente diverso dal solito è stato lo spettacolo di Tango che consigliamo anche a chi, come noi, non ne capisce nulla!

Per concludere: ANDATECI e rivolgetevi a Tim per organizzare il vostro viaggio in questa terra magnifica che difficilmente vi scorderete. Alice & Alessandro

Destinazione: Brasile

Viaggio in famiglia attraverso il Nordest del Brasile ed il Mato Grosso

Un viaggio in Brasile comporta una scelta, vista l’ampiezza del territorio. Noi abbiamo scelto l’opzione natura concentrandoci su paesaggi, vegetazione e animali in due regioni del Paese: il Maranhào e il Mato Grosso.
L’estensione territoriale, la biodiversità, le ricche coltivazioni e l’esubero di acqua sono sorprendenti. Abbiamo visto molti animali tra cui il giaguaro, l’anaconda gialla, il formichiere, il tapiro e molti molti uccelli con dei piumaggi coloratissimi e bellissimi.
Le Lençois Maranhenses sono spettacolari e solo una visione aerea riesce a mostrarne la grandezza: fare il bagno poi in una laguna di acqua fresca e cristallina da soli, nel silenzio è un’esperienza unica!
Il Pantanal è difficile da descrivere tanto è bello: ogni giorno scopri animali e piante nuovi: pescare i pirania, vedere il giaguaro che trasporta un caimano e l’acquila che afferra un pesce sulla superficie dell’acqua sono scene che rimarranno impresse nella mente per lungo tempo e che ricorderai sempre con grande piacere.
Inoltre la cucina è ottima: abbiamo mangiato carne e pesce deliziosi accompagnati da squisiti contorni!
Grazie mille Tim per averci organizzato un’altro viaggio indimenticabile! Franca, Luca & Matteo 

Destinazione: Cile & Bolivia

Viaggio attraverso i Deserti Andini di San Pedro de Atacama e del Salar de Uyuni

Visitare Atacama e il Salar di Uyuni era il nostro sogno da molto tempo: ora possiamo dire che la realtà ha superato tutte le nostre aspettative: le Ande, il deserto di Atacama, l’ altipiano della Bolivia con le sue meravigliose lagune colorate, il Salar de Uyuni, davvero incredibile, sono paesaggi di una bellezza che lascia senza parole, emozionante … non vorresti mai allontanarti.

Visitando San Pedro de Atacama, e poi Potosí, Sucre, La Paz e l’ Isla del Sol, sul lago Titicaca, abbiamo avuto il tempo di entrare in contatto con la gente del luogo, la loro cultura e le loro idee: per noi un lato imprescindibile di un viaggio è l’ incontro con l’ altro.

Questo viaggio è impegnativo, e anche faticoso, sia per l’ altitudine ( si viaggia per giorni tra i 3500 e i 4500 m, con punte fino a quasi 5000 ), sia per i molti km percorsi in mezzo al nulla ( un meraviglioso nulla … ) su strade che spesso sono piste sassose: quasi impensabile farlo autonomamente.
Noi abbiamo superato bene queste difficoltà soprattutto grazie alla accorta e perfetta organizzazione da parte di Tim, che ha creato il viaggio su misura per noi, e grazie anche a guide esperte ed attente.
Tutto ha funzionato bene: orari, trasporti, alberghi, guide e poi, bisogna pur dirlo, grazie alla gran fortuna con il tempo … sempre bello, senza vento, perfino caldo a volte, e mai troppo freddo, abbiamo potuto svolgere tutto il programma con agio.

Una menzione particolare la meritano le guide: per quanto il viaggio fosse stato studiato e preparato … hanno saputo sorprenderci, ognuno a modo suo, con delle particolarità che difficilmente si possono proporre in un pacchetto turistico di gruppo, tipo picnic in perfetta solitudine in mezzo al Salar in Bolivia, o inaspettate colazioni “complete” con vista sui geyser del Tatio in Cile, ed altre chicche del genere.

Che voglia di ripartire … a presto Tim. Nadia e Max

Destinazione: Patagonia

Viaggio in famiglia attraverso gli sconfinati paesaggi della Patagonia Argentina

Eravamo interessati alle bellezze dell’Argentina e su consiglio di amici ci siamo rivolti a Tim come specialista per viaggi in Sudamerica.
Sentite le nostre esigenze Tim ci ha preparato un programma su misura con tanto di voli, hotel e vari spostamenti per il tempo a nostra disposizione.
Abbiamo iniziato il nostro viaggio a Buenos Aires per poi spostarci in aereo fino a Comodoro Rivadavia. Da lì ci siamo spostati con una macchina a noleggio verso Nord, fermandoci qualche giorno nella splendida Bahia Bustamante per poi passare alla colonia di pinguini di Punta Tombo e arrivare fino alla penisola di Valdes. In seguito abbiamo passato un paio di giorni a Ushuaia per poi volare nella zona di El Chalten per alcuni trekking nella zona delle famose vette del Fitz Roy e del Cerro Torre, ritornando poi a El Calafate per lo splendido ghiacciaio Perito Moreno. Per finire abbiamo terminato il nostro viaggio con la visita alle bellissime cascate Iguazu sia dalla parte argentina che da quella brasiliana.
Il viaggio è stato stupendo e l’organizzazione di Tim in collaborazione con agenzie locali è stata perfetta, sia per quanto riguarda gli alberghi che per i vari spostamenti e le attività proposte.
Un grazie di cuore e ci risentiremo presto per la prossima avventura!
Camilla, Nadia e Brunetto

Destinazione: Perù

Viaggio tra amiche attraverso le meraviglie naturali e culturali del Perù

Cosa c’è sotto l’albero il 24 Dicembre? Un volo per Lima con la mia migliore amica con partenza alle 23:55, giusto il tempo di alzarsi in volo e brindare. Il volo è lungo, 12 ore, ma è notte e si dormicchia qui e là. Il 25 Dicembre veniamo catapultate a Lima con un bel calduccio e accompagnate in un delizioso Hotel nel quartiere Miraflores; in attesa che la guida venga a prenderci andiamo a fare due passi e succede la prima cosa simpaticissima, ci dirigiamo al Mercato Inka che è chiuso perchè è Natale, seduta al di là del cancello chiuso c’è una guardia privata che legge e che ci dice che piu’ tardi il Mercato aprirà ma che se vogliamo entrare ci apre perchè ci sono due venditori che stanno aprendo i loro banchi e cosi’ entriamo e facciamo due chiacchiere con queste amabili persone. Il pomeriggio lo dedichiamo al Museo Larco che è veramente interessante e si trova in bellissimo posto con un giardino avvolgente. Uscite dal Museo gironzoliamo per la città e passeggiamo sul piacevole lungomare stracolmo di gente. Primo giorno a Lima positivo! Il 26 Dicembre voliamo verso Arequipa che si trova a 2400 metri s.l.m. per iniziare ad ambientarci per la salita verso gli altopiani andini; Arequipa è deliziosa e il Monastero di Santa Catalina è a dir poco affascinante; in questa cittadina si passeggia sentendosi subito a casa propria. Il 27 Dicembre si parte per Puno in autobus attraverso la Cordigliera delle Ande, costeggiando vulcani, laghi, lama, alpaca, vigogne e paesaggi incantati e ci si alza di parecchio….e si comincia a non sentirsi tanto bene; l’altitudine colpisce………….circa 3800 metri e oltre! Il 28 ci si imbraca a Puno e si comincia la navigazione del lago Titicaca, immenso, infinito e con le acque scure e mosse, non è inquietante ma è bello, anche esso affascina; ci fermiamo a Uros, un’isola flottante e cioè poggiata su radici compattate e lavorate dagli indigeni che chiacchierando mi dicono che hanno grandi problemi di artrosi……………..ma va? Vivono nell’acqua! E sull’acqua hanno negozi, scuole, medici, tutto o quasi. Da Uros si va a Taquile, un’isola dove una simpaticissima famiglia di tessitori organizza per noi anche una danza di benvenuto e, nonostante il malessere dovuto all’altitudine la loro simpatia, la musica e i colori ci fanno stare bene. Si parte di nuovo e questa volta per l’isola Suasi, una meraviglia in mezzo al lago Titicaca; purtroppo piove a dirotto e noi stiamo malissimo ma l’Hotel e l’ospitalità sono cosi’ spontanee che ci sentiamo a casa, ci sediamo vicino alla stufa a legna a leggere e a fare le pigre, siamo qui per riposare e Suasi è di una calma avvolgente. Il giorno dopo torniamo a puno, stiamo un po’ meglio e razzoliamo per la città e troviamo il presepe con i lama al posto delle renne….ahahahah…………..fantastico! I peruviani sono un popolo delizioso, gentilissimi, spiritosi, modesti e riservati, ci si sta proprio bene! Il 30 si parte in bus da Puno in direzione Cusco con fermate in varie località archeologiche da non perdere ma, soprattutto, non si deve assolutamente perdere la fantastica chiesa di Andahuaylillas, non si puo’ proprio non vederla, è una meraviglia! Siamo contente di essere arrivate a Cusco per vari motivi ma, primo in assoluto, è piu’ in basso di Puno….finalmente! Il 31 visitiamo i siti archeologici intorno a Cusco e il centro storico e poi la sera andiamo a festeggiare con i Cuschegni in Piazza des Armes con fuochi, balli, corse intorno alla piazza e tanta, tantissima felice confusione tanto da non sentire neanche piu’ il freddo pungente. Salutare il nuovo anno cosi’ non è da tutti, ci siamo piaciute :-)! Il primo giorno del 2017 inizia l’avventura che ci porta a esplorare la famosa Valle Sacra passando attraverso l’altopiano del Chinchero e passando per il sito archeologico di Moray, il piu’ bello dopo il Machu Picchu e le spettacolari Salines di Maras…..raccogliere sale in mezzo alle montagne……….strano per una come me nata al mare…ehehehe! Arriviamo a Yukai in un Hotel da favola! Il giorno dopo si visita il sito di Ollantaytambo e il Paese ancora tutto Inca; affascinanti entrambi, dopodichè un passaggio al mercato di frutta e verdura di Urubamba dove un bimbo rideva di noi perchè fotografavamo le patate e le verdure; non è ancora un mercato turistico e quindi è veramente bello. Via verso l’Hacienda dove i proprietari (moglie e marito) dopo averci fatto visitare il luogo si siedono a tavola con noi mangiamo insieme 7 assaggini (porzionicine perfette per farci assaporare tutto) di pietanze tipiche peruviane, infatti il cibo merita qualche parola a parte; in Peru’ si mangia veramente bene, è la patria delle patate, della quinoa, dell’amaranto con verdure e frutta sempre fresche e buonissime. E’ arrivato il 3 gennaio e finalmente si parte per il Machu Picchu, attraverso Agua Caliente, dove si arriva con uno spettacolare treno diesel e da li’ si sale su un bus che in 20 minuti ti porta in un Mondo incantato, immerso in un panorama da film e c’è il sole! Bisogna andarci e vederlo il Machu Pichu, non c’è racconto e non esiste foto che possa rendere l’idea! Pace per l’anima e agitazione per lo sguardo….bellissimo! Ovviamente l’ultima mezzora becchiamo l’acqua…eheheh non poteva esserci il sole tutto il giorno ma, non ce ne andiamo finchè non facciamo la fila per avere il timbro del Machu Pichu sul passaporto, non si puo’ non averlo. Torniamo a Cusco e poi a Lima, la vacanza sta finendo, il viaggio volge al termine ma fino all’ultimo istante ci riserva sorprese stupende e ci fa scoprire ancora Lima, il suo centro storico meraviglioso e il Monastero di S. Francesco con una biblioteca antica mozzafiato! Dobbiamo proprio rientrare a casa ma cio’ che ci riportiamo dentro di noi mai nessuno potrà cancellarlo………………è stata un’esperienza unica come ogni viaggio, ogni popolo, ogni vacanza ma lo è stata anche perché ottimamente organizzata. Caro Perù rimarrai in noi per sempre! Ciao Antonella & Silvia

Destinazione: Costa Rica, dal Tortuguero al Corcovado

Viaggio in famiglia attraverso le riserve naturali piu ricche del mondo

“L’organizzazione di un viaggio richiede tempo ed energie, e confidare in Tim è stata una buona scelta. Tutto il nostro viaggio, dalla qualità degli alloggi all’affitto del fuoristrada, sono stati stabiliti in anticipo e quindi non abbiamo avuto pensieri… In più un’agenzia sul posto ha verificato e controllato le riservazioni, facendo da referente e fungendo da punto di riferimento in caso di problemi. Punti di forza dell’itinerario: il Tortuguero e il viaggio sul fiume per arrivarci, e il Corcovado, un parco naturale incontaminato affacciato sul pacifico dove si fa fatica a credere alla bellezza delle spiagge che si incontrano. Le centinaia di farfalle, le passeggiate sui ponti sospesi nella foresta pluviale del parco di Monteverde in mezzo a felci gigantesche, il vulcano dell’Arenal con le fonti di acqua termale, i tucani e le scimmie urlatrici ci hanno fatto scoprire un mondo dove la natura domina incontrastata sull’uomo. Malgrado ciò, una rete stradale sicura e una popolazione amichevole e consapevole del valore del proprio territorio, ci hanno fatto sentire sempre a nostro agio. Il Costarica manca forse un po’ di personalità essendo stato per lunghi anni un protettorato statunitense, e dal punto di vista culinario e culturale pochi sono gli sforzi atti a valorizzare la cultura indigena, ma resta un paese facile da visitare e colmo di paradisi naturali tutti da godere. Grazie Tim!”  Adriano, Silvia, Greta e Nina

Destinazione: Perù e Argentina

Viaggio di Nozze in Perù e Argentina

“Abbiamo chiesto a Tim di organizzare il nostro viaggio di nozze in Sud America a Settembre. È persino venuto a casa nostra per discutere i dettagli del viaggio. Tutto è stato preparato al meglio, dal nostro arrivo a Lima, agli spostamenti, le guide, gli hotels, le escursioni. Tutto ha funzionato alla perfezione. Nel caso ci fossero stati dei problemi Tim ci aveva dato dei contatti locali del luogo e si era detto disponibile a essere contattato in ogni momento. Più volte durante il viaggio ci ha scritto per sapere come stava andando. Non abbiamo dovuto pensare a niente, se non a mangiare, camminare e dormire. Abbiamo fatto la Valle Sacra degli Incas, Machu Picchu e Cusco in Perù. In Argentina le cascate di Iguazù, El Calafate e Buenos Aires. In Cile siamo stati nel Parco Nazionale di Torres del Paine (dove abbiamo avuto la fortuna di poter osservare da vicino il puma andino!!). Lo consigliamo vivamente se volete fare una vacanza e godervela appieno!” Elia & Barbara

Destinazione: Patagonia & Brasile

Perito Moreno, Argentina

“Tra le tante cose belle relative al matrimonio ed alla sua preparazione, la migliore é sicuramente il pensare ed il programmare il tanto atteso e soprattutto meritato Viaggio di Nozze!  Premetto che normalmente organizziamo per conto nostro quasi ogni vacanza, dalla prenotazione dei voli, all’itinerario, dcc…; non ci piace particolarmente affidarci alle agenzie turistiche di massa. Ci sentiamo viaggiatori, decisamente più che turisti.  Veniamo quindi all’ idea per il nostro viaggio: Argentina, ed in particolare la Patagonia, e poi a seguire un po’ di caldo e relax in Brasile.  Ora, per quanto ci piaccia il “fai da te”, dopo aver realizzato quante immense siano davvero queste due nazioni, abbiamo ammesso i nostri limiti e pensato che fosse più appropriato appoggiarci a qualcuno.  Mai e poi mai, avremmo sperato di trovare tanta professionalità e disponibilità addirittura a due passi dal mio ufficio, nella figura di Tim, titolare della Tim Travel Tours.
E’ stato infatti per pura casualità, tramite motore di ricerca, che ci siamo imbattuti in questo Private Travel Designer, e capito immediatamente che avrebbe fatto al caso nostro!  Un primo incontro di persona, già decisamente positivo, per definire a grandi linee la bozza del viaggio; a seguire altri incontri, scambi di email e telefonate, fino a giungere al programma definitivo, perfetto per noi, su misura.  Tutto svolto con la massima cura, puntualità e professionalità.  E così, ci troviamo al giorno della partenza già certi che il nostro viaggio sarebbe stato un successo.  E così, é stato: gli operatori locali con cui Tim ha collaborato, sia in Argentina come in Brasile, sono stati fantastici; anch’essi sempre puntuali, disponibili, gentili e preparati.  In questo modo abbiamo potuto approfittare pienamente di ogni minuto del nostro viaggio, nulla era lasciato al caso, nessun tempo morto, nulla che sia andato storto.  I contrasti di Buenos Aires, i suoi quartieri, il tango… una città enorme, che solo a vederla dall’aereo ti fa sentire piccolo piccolo, ma allo stesso tempo anche a misura d’uomo…. e poi, osservare le balene, con i propri piccoli, dal finestrino dello Yellow Submarine, a Puerto Pyramides… un’esperienza indescrivibile… e vedere gli elefanti marini a distanza di pochi metri…e subito dopo cavalcare nella steppa… tutto ciò a Punta Delgada… una location tanto bella da togliere il fiato…  Da qui si continua…verso l’immensità dei ghiacciai… primo su tutti il mitico Perito Moreno, non da meno Upsala e Spegazzini, osservati durante una fantastica navigazione in mezzo agli iceberg… E poi…sempre più giù, fino alla cosiddetta “Fine del Mondo”, Usuhaia… dove credo che abbiamo raggiunto il massimo dell’adrenalina navigando in canoa all’interno del parco nazionale! In Brasile abbiamo invece assaporato un po’ dell’autentica “vida Carioca” in quel di Rio de Janeiro, città spettacolare, viva, giovane, dai tanti colori e dalla gente festosa, e ci siamo poi infine rilassati sulle spiagge e nella natura incontaminata di Ilha Grande!  In conclusione… siamo rientrati in Ticino carichi di tantissime emozioni diverse, che non dimenticheremo mai… abbiamo incontrato gente bellissima, e ci siamo ripromessi che, un giorno o l’altro, dovremo tornare in Sud America, perché ci ha lasciato davvero tanto!  GRAZIE Tim, per l’organizzazione, per il supporto, la gentilezza e la professionalità… GRAZIE per averci regalato un viaggio di nozze semplicemente perfetto!  Da parte nostra non possiamo che consigliare TTT a chiunque volesse intraprendere un viaggio non convenzionale, fuori dagli schemi, su misura!”  Barbara & Gaddo

Destinazione: Bolivia

Bolivia

“Il nostro viaggio in Bolivia è stato bellissimo, per tanti motivi e per tanti significati. Dapprima ci complimentiamo con Tim per l’ottima organizzazione del viaggio, visto che tutto si è svolto come preventivato e pianificato, ma anche perché ha saputo sopperire a cambiamenti e imprevisti accorsi. Le guide e gli autisti che ci hanno accompagnato sono stati tutti di valido aiuto e sostegno, vorrei qui menzionare Fabian l’autista che ci ha accompagnati nel Salar de Uyuni e per il suo fantastico pic-nic organizzato nel bel mezzo del biancore e del paesaggio sorprendente in cui eravamo immersi. Ci sono stati molto di aiuto anche Ivonne e Litzy tra Santa Cruz, Sucre e La Paz. Molto apprezzato è stato, ad esempio, l’hotel Samary consigliato a SucrePer il resto cosa dire? Eravamo al nostro secondo viaggio in Bolivia, ma stavolta l’itinerario è stato vario e articolato. Siamo è partiti da Santa Cruz (città a cui siamo affezionati per tanti motivi), siamo passati per Sucre, abbiamo raggiunto Uyuni, attraversato il Salar, visitato La Paz, e inoltrati nella giungla su una barca solcando il Beni in pieno Parco Madidi. Abbiamo visto paesaggi pieni e caotici come quelli della giungla, con animali e piante di tutte le specie, paesaggi lindi e puri come quelli del deserto di sale, vulcani, città bianche, necropoli, piazze lussuriose, colori vivaci, assaggiato cibo saporito e vario, conosciuto persone gentili e disponibili. Siamo rientrati a casa con la convinzione che presto ci ritorneremo, e sicuramente ci avvalleremo ancora della consulenza, conoscenza e professionalità, offerta da Tim e dalla sua struttura.” Domenico, Giuliana e David

Destinazione: Nord Argentina

Viaggio Nord Argentina

“Desideravamo partire per un viaggio speciale in Argentina e quasi per caso, parlandone sul posto di lavoro, siamo venuti a conoscenza dell’agenzia di viaggio di Tim. Dopo esserci incontrati per conoscerci e per farci consigliare, Tim ha elaborato una prima bozza di viaggio. Già la bozza ci ha entusiasmato e dopo esserci presi un po’ di tempo per pensarci, abbiamo accettato la sua proposta. Così nel mese di luglio 2015 siamo partiti per 16 giorni in Argentina, più precisamente nella zona di Salta e nel Nord Ovest Argentino. Per noi questo è stato il primo viaggio itinerante e all’avventura. Proprio per la particolarità del viaggio in un paese così vasto e lontano, prima di partire eravamo tanto entusiasti quanto titubanti in quanto non sapevamo cosa aspettarci.Inizialmente abbiamo trascorso un paio di giorni a Buenos Aires dove siamo stati accolti da Mariela, la guida con la quale abbiamo passato un’interessante mezza giornata di visita nei diversi quartieri della città e che ci ha dato utili consigli per il nostro tempo libero a Buenos Aires. Con un volo interno ci siamo recati a Salta e da lì è iniziato il nostro viaggio di 10 giorni nel Nord Ovest dell’Argentina. I luoghi che abbiamo visitato ci hanno davvero colpito: la vastità dei territori, le conformazioni rocciose particolari, i villaggi andini, i contrasti dei colori della natura, gli animali, i salar, ecc.. Nonostante sulla cartina gli spostamenti giornalieri sulla jeep sembrino lunghi, in realtà scorrono veloci attraverso paesaggi unici! Durante i tragitti da un luogo all’altro, su e giù dai passi o attraverso le vallate, la natura e i panorami cambiano costantemente e c’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire e dove fare una sosta per scattare una delle innumerevoli fotografie. A nostro avviso i punti più affascinanti del viaggio sono stati: Quebrada de las Flechas, Campo di pietra pomice e dune di sabbia, Laguna di Carachi Pampa, Quebrada de Calalaste, Vega Colorada, cono di Arita, deserto del labirinto, Salinas Grandes, trekking da Iruya a San Isidro. Grazie a Luis, la nostra guida che ci ha accompagnato per 10 giorni in quota nella Puna, e alla sua simpatia il tempo trascorso sulla jeep è sempre stato piacevole. Inoltre ha sempre condotto il veicolo 4×4 su cui viaggiavamo con sicurezza anche sulle piste più sconnesse e sassose. Va altresì detto che il 4×4 era dotato di tutta l’attrezzatura per affrontare ogni evenienza: doppia ruota di scorta, taniche di diesel, piastre anti insabbiamento, GPS per eventuale richiesta di soccorso, acqua potabile, cibo, ecc. … nonostante tutto a Tolar Grande il freddo durante la notte ha preso il sopravvento e alle 8 di mattina oltre ai vetri anche il diesel era ghiacciato (-13 °C). Grazie al sole che ha riscaldato il cofano aperto e all’acqua bollente della thermos versata sul motore alle 9 dopo la colazione siamo potuti partire. Dato che Tim ha già visitato praticamente tutte le zone dove siamo stati, l’organizzazione è stata particolarmente accurata in ogni dettaglio: trasferte, pernottamenti, orari, consigli prima e durante il viaggio, … Anche gli operatori turistici del posto a cui Tim fa capo sono molto professionali. Sia Mariela che Luis (sulla trentina come noi) parlano perfettamente italiano, e sono molto simpatici e preparati sotto tutti i punti di vista: cultura, tradizioni, geologia, cucina, storia ecc. Per concludere: ringraziamo Tim per averci consigliato nelle scelte e per averci proposto questo viaggio indimenticabile che siamo molto contenti di aver intrapreso. Potendolo rifare aggiungeremmo qualche giorno in più a El Peñon e a Tolar Grande dove abbiamo potuto vedere luoghi strabilianti ed unici nel loro genere! Consigliamo questo viaggio a tutti coloro che desiderano visitare una natura stupefacente lontana dalla civiltà e dal turismo di massa ma che comunque abbiano il giusto spirito per un’avventura in quota.” Claudia e Paolo

Destinazione: California, Nevada, Arizzona & Utah

“Siamo venuti a conoscenza dell’agenzia Tim Travel Tours leggendo un articolo apparso su Ticino sette un paio di anni fa.Il primo contatto con Tim è stato molto positivo, impressione che con il tempo è stata confermata dalle prestazioni offerte. Tim è molto attento ai bisogni e desideri dei suoi clienti che tratta con molta premura, cura e professionalità. E’ molto discreto e offre una consulenza personalizzata di alta qualità. Il nostro viaggio ci ha condotti alla scoperta delle meraviglie di California – Nevada – Arizzona – Utah. I constrasti incontrati per strada sono molti ed è difficile dire quale sia stata la regione più bella. A noi in particolare sono piaciuti molto i seguenti luoghi: Bryce Canyon, Monoument Valley, Yosemite, Page sul Lake Powell, ma anche l’esperienza unica ed indimenticabile del deserto della Death Valley. Abbiamo apprezzato molto anche le città, ovvero San Francisco, Los Angeles e Las Vegas. Un alloggio incantevole è stato quello di San Louis Obispo, cioè la Apple Farm: very charming. Insomma siamo stati complessivamente molto soddisfatti della consulenza della Tim Travel Tours, che anche nei momenti di difficoltà in loco è intervenuto in maniera tempestiva e pragmatica risolvendo ogni piccolo imprevisto con grande affidabilità. L’esperienza vissuta negli USA è stata unica e magnifica.” Elena, Lorenzo, Alice, Morena, Ramona

Destinazione: Nordest del Brasile

Lençois Maranhenses

“Il nostro viaggio in famiglia nel Nord-Est del Brasile ci ha davvero entusiasmato! Paesaggio e natura inusuali, per noi, ci hanno incantato: dune, piscine naturali durante l’attraversata in 4×4 dei Lençois Maranhenses e del Delta del Parnaiba, le spiagge di sabbia finissima e le acque trasparenti di Fernando de Noronha. I ragazzi hanno potuto nuotare con pesci, polpi, morene e tartarughe marine. L’ organizzazione impeccabile del nostro soggiorno ci ha fatto apprezzare ancora di più questo periodo oltre oceano: pousadas caratteristiche con personale accogliente e disponibile, autisti e guide professionali ! Grazie !!!” Graziella, Carlo, Elia e Maela

Destinazione: Patagonia Argentina

Iguazu

“Dopo aver deciso la meta per il nostro viaggio di nozze, l’Argentina e in particolare la Patagonia, avevamo pensato di viaggiare all’avventura, senza avere un particolare programma ma solo un itinerario, e spostarci a piacimento. Poi, dopo aver raccolto le prime informazioni sulle immensità dell’Argentina e la necessità di programmare i voli interni e riservare le escursioni e le attività, abbiamo deciso di affidarci a Tim. Una scelta più che giusta! Tim ha saputo consigliarci e accompagnarci nelle scelte, programmandoci un itinerario su misura che migliore non avremmo potuto fare! Abbiamo assaporato la vastità delle steppe nei dintorni di Puerto Madryn e alla Penisola Valdes, l’emozione di vedere una famiglia di orche andare all’attacco, la tenerezza dei pinguini di Magellano. Passare il capodanno nel paese più a sud del mondo, Ushuaia, ci ha fatto provare un’emozione particolare. Girovagare tra le isole tra Cile e Argentina e ammirare silenziosamente le attività laboriose dei castori ci ha fatto rendere conto di quanto nel mondo possiamo ancora scoprire. Poi l’itinerario ci ha portato lungo le Ande, nei vastissimi parchi dei ghiacciai. Il Big Ice ci ha fatto sentire piccoli di fronte all’immensità del ghiacciaio del Perito Moreno, e ammirando il ghiacciaio Upsala il senso di tranquillità era predominante. La zona del Fitz Roy, il centro ad aria aperta per l’arrampicata, ci ha sorpreso con una tempesta di neve, ma l’ambiente pieno di giovani ha valso la pena della trasferta. Vivere poi a contatto con i gaucho all’Estancia Nipebo Aike è stata un’esperienza indimenticabile. Le uscite a cavallo in una cornice paesaggistica singolare, il galoppo e partecipare al raduno delle pecore è stato straordinario. Poi Buenos Aires, dopo averla visitata il primo giorno del nostro tour, con i suoi 40°. Una città che guardandola dall’aereo si perde fino a dove il nostro occhio non riesce ad arrivare. Una città giovane con i suoi vari stili europei, i suoi balli, il tango che si può ammirare per strada o seduti ad un tavolino riservato in una Esquina. E dai 40°, abbiamo aggiunto anche 95% di umidità, arrivando al confine con il Brasile, alle meravigliose cascate di Iguazù, in cui chiunque rimane incantato di fronte alle quantità di acqua e di cascate che scorre di fronte ai propri occhi. Per la parte organizzativa, gli hotel riservati da Tim erano tutti molto belli, e per ogni luogo adatti nel loro diverso stile, centrali, tranquilli, panoramici,… Le guide che ci sono state affidate per ogni escursione erano tutte super preparate, simpatiche e molto socievoli, e l’agenzia sul posto con cui ha collaborato Tim ci ha saputo accompagnare magnificamente in ogni trasferta, puntualmente. Nessun tempo morto, nessun ritardo, ogni attività e ogni spostamento organizzato nel migliore dei modi per sfruttare al massimo le nostre 3 settimane di vacanza! Ringraziamo quindi immensamente Tim per aver reso il nostro viaggio di nozze un’avventura straordinaria, ricca di emozioni e di spettacolari sensazioni, da nord a sud dell’Argentina! Grazie Tim!” Giulia & Walter

Destinazione: Patagonia Argentina

El Calafate, Patagonia

“La Patagonia da parecchio tempo era in cima alla nostra lista delle destinazioni ambite ma per un motivo o l’altro abbiamo dovuto attendere parecchio prima di poter realizzare questo fantastico viaggio. Pertanto anche le aspettative nel tempo sono cresciute e con esse il rischio di rimanere delusi. Tutto è invece andato per il meglio, ben oltre le nostre attese e dopo tre settimane purtroppo eravamo già sul volo di rientro, tristi per il fatto che le nostre vacanze fossero già terminate, ma felici e appagati per quanto vissuto. Il tempo trascorso tra Argentina e Cile è letteralmente volato, incredibili le emozioni e le sensazioni provate, anche grazie ai contrasti che caratterizzano questi Paesi, ai paesaggi mozzafiato e alla fauna che contraddistingue la Patagonia. Affinché una vacanza risulti perfetta ci sono vari fattori che entrano in gioco e che vanno a comporre una sorta di personale “puzzle” . Sicuramente per chi come noi ama la natura, la Patagonia ci mette molto del suo, ma poi ci sono altri aspetti da non sottovalutare e che se trascurati possono anche compromettere la buona riuscita del viaggio. Generalmente organizziamo personalmente le nostre vacanze, prenotando tramite internet o organizzando in loco trasferimenti, pernottamenti ed attività, ma per questo nostro viaggio non abbiamo voluto correre rischi, anche perché il tempo a nostra disposizione era limitato e le cose che volevamo vedere erano parecchie. Ci siamo pertanto rivolti alla Tim Travel Tours in quanto agenzia specializzata per il Sud America e in Tim Montorfani abbiamo trovato un consulente preparato e che si è attivato per esaudire i nostri desideri, anziché come spesso succede per venderci questo o quel pacchetto. A Tim abbiamo esposto le nostre idee, lui ci ha dato le sue impressioni e, anche forte della sua esperienza diretta in America Latina, ci ha fornito alcuni suggerimenti che si sono poi rivelati delle autentiche chicche, fuori dai tradizionali circuiti turistici. Passo dopo passo con Tim abbiamo così costruito il nostro viaggio, facendo quadrare le nostre aspettative con il tempo a disposizione e soprattutto collimare con i vari spostamenti necessari per raggiungere le varie mete e che rappresentano spesso la maggiore criticità di una vacanza “itinerante”. E il risultato è stato fantastico: anche grazie al supporto dei vari operatori turistici in loco selezionati da Tim, tutto si è svolto alla perfezione e nei tempi previsti, il che ci ha permesso di concentrarci esclusivamente su quanto questa magica parte di mondo ha da offrire, il che non è poco. Grazie Tim!!!” Luana e Andrea

Destinazione: Ecuador e Colombia

Viaggio in Colombia

“Un bellissimo viaggio sulle tracce di Alexander von Humboldt e del suo “viaggio dei viaggi” di inizio ‘800 ed alla scoperta del sempre fascinoso realismo magico di Gabriel Garcia Marquez. Dal parco naturale del Cotopaxi, attraverso i mercati andini sino alle piazze della Quito coloniale per giungere poi nella vivace e ospitale Colombia dai mille colori. La verdeggiante e sempre primaverile zona cafetera e la calda e dirompente Cartagena des Indias per poi risalire il Rio Magdalena sino alla placida Mompox. Non dimenticheremo facilmente la maestosità del cono del Cotopaxi e la varietà dei frutti equatoriali, ma soprattutto la gentilezza e la accoglienza dei colombiani delle zone da noi visitate. Grazie mille Tim!” Carla e Giovanni

Destinazione: Cile e Bolivia

“Possiamo davvero complimentarci con Tim per l’ottima organizzazione del nostro viaggio! Tutto si è svolto nel migliore dei modi e con piena soddisfazione delle nostre aspettative. Le guide e gli autisti che ci hanno accompagnato sono stati tutti validi, molto puntuali ed attenti alle nostre esigenze (una menzione all’abilità dell’autista nel Salar de Uyuni e alla preparazione della guida di La Paz/Copacabana). Abbiamo visitato luoghi di sorprendente bellezza e unicità: non dimenticheremo mai l’emozione di scorgere tra i vulcani le lagune, silenziose e punteggiate dai fenicotteri, di camminare tra i Geyser del Tatio prima del sorgere del sole, di ammirare la vastità del Salar dalle pendici del vulcano Thunupa …. E ancora: gli allegri pic-nic in Bolivia, i cieli notturni incredibilmente stellati, l’euforica sensazione di essere su un altro pianeta! Vorremmo segnalare il fascino e l’ottimo trattamento del hotel di Sucre nonché la bellezza e suggestione dell’hotel di Copacabana (dove ci era stata assegnata la suite: fantastica!!). Un viaggio denso ed appassionante che la serietà e professionalità di Tim ha certamente reso unico e indimenticabile.” Ivana e Gianpietro

Destinazione: Perù (Amazzonia, Valle Sacra degli Inca, Machu Picchu, Lago Titicaca)

Lago Titicaca, Perù

“Viaggio in Perù (07.2014) Abbiamo potuto apprezzare le bellezze del Perù grazie ad un programma di viaggio personalizzato. Complimenti a Tim per l’organizzazione minuziosa e la cura nei dettagli. Tutte le guide in Perù erano molto preparate e disponibili. Hanno permesso di goderci il viaggio con tutte le sue bellezze naturali e culturali con tranquillità e molto tempo a nostra disposizione. Machu Picchu resta l’attrazione numero uno. L’hotel Sanctuary Lodge è una vera chicca con l’offerta ottimale dell’albergo e soprattutto con il meraviglioso giardino attiguo ricco di orchidee e colibrì. L’esperienza alla casa locale sull’isola Amantani rimarrà nei nostri cuori a lungo ed è assolutamente da fare per conoscere meglio la loro vita quotidiana: l’orgoglio sulle loro origini, l’amore per le loro tradizioni e l’utilizzo delle loro risorse naturali offerte dalla terra devono farci riflettere! Il contrasto tra paesaggi stupendi e luoghi paradisiaci con la povertà e la durezza della vita della gente locale è netto… in noi ha suscitato forti emozioni. Grazie di tutto e alla prossima!” Franca, Luca, Mafalda, Guido, Michela e Mathias

Destinazione: Indonesia

Bali, Indonesia

“La nostra meta prescelta è stata Bali, l’sola degli dei. Per noi era la prima volta nel sud est asiatico, dunque non sapevamo cosa aspettarci. Viaggio e tour organizzato perfettamente da Tim. Tutto è andato per il meglio. Itinerario, hotels e soprattutto la nostra guida privata Sumi. Con lui abbiamo passato giornate indimenticabili alla scoperta di Bali, un’isola meravigliosa dai mille volti. I suoi templi, le sue splendide risaie,la natura mozzafiato, feste, danze e riti religiosi, ma anche i mille locali notturni di Kuta, il traffico, la povertà e l’inquinamento. I balinesi sono un popolo speciale. Sarà forse dovuto alla loro religione molto sentita ed alla loro filosofia di vita, sta di fatto che a Bali si respira serenità e cordialità. Che dire altro…..viaggio bellissimo!!!” Marzia e Roberto

Destinazione: Cascate di Iguazú

“La guida (Mariuela) e il driver (Alberto) che ci hanno accompagnato durante il nostro soggiorno alle Cascate di Iguazú erano simpatici, ben preparati e sempre disposti. L’albergo Belmond Hotel das Cataratas era top a livello 5 stelle. In poche parole: tutto è andato molto bene ed è stata un’esperienza unica – da ripetere (anche il safari Macuco) e sicuramente da consigliare ad amici e parenti. Grazie mille!” Andreas e Flavio 

Destinazione: Patagonia Argentina

Nibepo Aike, Patagonia

“Dell’organizzazione del nostro viaggio in Patagonia abbiamo molto apprezzato la scelta delle “Estancias“, che in qualche maniera rispecchiavano il nostro modo di essere: il gusto per le cose semplici curate e con l’aggiunta di unici dettagli personalizzati, e il tutto valorizzato da paesaggi e naturalezza incredibile a portata di mano. Il viaggio é stato programmato con precisione e professionalità, nulla lasciato al caso. Scegliere la tua agenzia per l’organizzazione del nostro viaggio, ci ha permesso di non preoccuparci di nulla e di poterci godere a pieno le meraviglie dell’Argentina. Grazie ancora del tuo supporto anche durante le nostre vacanze.” Angelo e Selene

Destinazione: Guatemala

Antigua de Guatemala: città pittoresca e interessante con monumenti impressionanti. Il tour in Guatemala e Honduras e stato molto interessante dal punto di vista archeologico, storica e umano.  Abbiamo avuto la possibilità, fosse perché parliamo lo spagnolo, di entrare in contatto con una realtà che ci ha impressionato.  La popolazione maya e accogliente e molto degna nella sua povertà.  Ti stupiscono con i loro manufatti, dove con materiali poveri creano oggetti belli e tipici. Da non perdere in assoluto Lago Atitlan così come il giro sul Rio DulceTikal e Copan sono unici e imperdibili”. Luisa e Liliana

Destinazione: Andalusia, Spagna

“Andalusia vale la pena farla con un tour privato. Bisogna fermarsi a Cordoba per vedere la Cattedrale Moschea per la sua unicità. Bellissimo il tour verso Granada passando per Ubeda e Baeza.  Granada e unica, bellissima, simpatica e l’Alhambra e meravigliosa. Malaga e stata una rivelazione.  Città accogliente con una bellissima Alcazaba”. Luisa e Liliana

Destinazione: Pantanal & Chapada Diamantina, Brasile

Chapada Diamantina, Brasile

“Il viaggio inutile dire è andato benissimo…. soprattutto il trekking alla Chapada Diamantina che ci è piaciuto moltissimo. Bisogna essere assolutamente allenati ( e Noi lo eravamo), MA NE VALE DAVVERO LA PENA. Unico rammarico di avere visto il giaguaro al Pantanal ma non essere riusciti a immortalarlo fotograficamente in quanto era troppo imboscato. Da cartolina anche l’ isola di Boipeba.  È lo spirito del viaggio che piace a me, mete insolite ma da vedere e assaporare.” Giuliano e Elisabetta

Destinazione: Perù

“Ciao Tim, un grazie di cuore per l’ottima organizzazione del nostro viaggio, la tua professionalità nonché la professionalità, disponibilità e gentilezza di tutte le persone che da parte tua erano incaricate di accoglierci, trasportarci, farci da autista e guida. Tutto era pianificato in modo ottimale. Un grazie particolare a Julio la mia guida a Ollantaytambo e a Rolando l’autista che ha scelto (per la mia grande gioia) di passare su strade spesso non asfaltate e non trafficate situate in paesaggi meravigliosi. Il Perù mi piace tantissimo, i suoi colori, la diversità dei suoi paesaggi, la gente,la gastronomia, la condivisione con la madre terra. La visita alla comunità Amaru è un’esperienza che mi ha toccata profondamente, in bene!Il Machu Pichu bellissimo, impressionante, ho pure avuto la mia ora di solitudine sdraiata in un prato all’interno del santuario, incredibile.” Brigitte e Alessandro 

Destinazione: Perù

Salkantay, Perù

“Tim has a creative mind that helps forge a customised holiday experience tailored for your needs. He personally know a lot of people and locations in South America, and that is why he can offer really the best solution for your trip. He listen to you and help you understand what kind of travel solution might best suit you. Myself and a lot of people were really pleased with his work.” Mathieu

Destinazione: Perù

“Siamo appena tornati dal nostro viaggio in Perù e ne siamo davvero entusiasti! Siamo rimasti colpiti dai magnifici paesaggi che offrono le Ande, ed è stato emozionante andare alla scoperta dei vari segni lasciati dall’incredibile civiltà Inca. Primo fra tutti il misterioso Machu Picchu, che è senza dubbio uno dei luoghi più magici al mondo. È stato bello iniziare l’avventura con il sacco in spalla, ma è stato altrettanto bello sapere di poter contare, nella seconda parte del viaggio, sulle persone fidate e gli ottimi servizi organizzati della Tim Travel Tours. Tutto è andato per il meglio e non vediamo l’ora di poter ripartire!”  Melissa e Andrea

Destinazione: Granada, Spagna

“Grazie mille per l’organizzazione, abbiamo trascorso una settimana fantastica. Il primo albergo nella Sierra Nevada e spettacolare e i proprietari sono super simpatici – ci hanno addirittura dato una macchina per esplorare la zona e andare a Granada. Granada stessa ovviamente era bellissima e l’albergo e molto carino. Bel viaggio e molto ben organizzato. Grazie mille!” Jacob e Rediet

Ischia, Italia

Destinazione: Ischia, Italia

“Siamo tornati ieri sera da un viaggio a Ischia che era esattamente cosa cercavamo: un posto bellissimo da rilassarsi, godendosi il mare (e le terme!) e mangiando benissimo!” Jacob e Rediet

Destinazione: Bolivia e Perù

viaggio in bolivia

“Un viaggio indimenticabile, ricco di emozioni. Grazie Tim per avermi offerto questa bellissima esperienza andina attraverso gli altipiani, le lagune e deserti della Bolivia e del PerùTiziana 

Destinazione: Brasile

Viaggi in Brasile

 “Abbiamo trascorso quasi un mese in Brasile, sulle tracce delle origini di una delle nostre figlie ed alla scoperta di alcune (purtroppo troppo poche) delle meraviglie (e sono davvero molte) che si incontrano in questo immenso paese. Siamo passati dalla grande ed affascinante Rio De Janeiro, all’anima meticcia di Salvador de Bahia, alla natura incontaminata di Fernando de Noronha di cui abbiamo esplorato i fondali, per poi tornare ai colori caratteristici di Olinda e quindi partire da Fortaleza per un lungo viaggio sulla costa del Nordeste, viaggiando sulle spiagge e tra le dune sino a Sao Luis nel Maranhao e da lì volare sino alle affascinanti cascate di Iguazu, che abbiamo visitato sia dal lato brasiliano che argentino. È stato magnifico vistare luoghi dove il cielo, il mare e la sabbia si confondono all’orizzonte e dove la natura offre il meglio di sè, navigare su fiumi alla ricerca di animali tipici e fermarci in angoli dove sentirsi … pochi al mondo, o dove condividere la simpatia innata dei brasiliani. Il tutto senza il minimo inconveniente, accompagnati da guide molto professionali e disponibili, e sostenuti da un’organizzazione perfetta, che ci ha fatto comunque sentire in modo discreto la sua presenza e la sua efficienza durante tutto il nostro soggiorno”  Fabio, Carla, Melissa e Alice

Destinazione: Patagonia Argentina nel 2013 e Patagonia Cilena & Atacama nel 2014

Viaggio in Patagonia

“Ciao Tim, siamo rientrati bene anche se saremmo stati volentieri ancora un po’ in Argentina. Il viaggio è andato bene e l’organizzazione ottima! È funzionato tutto bene: puntualità e cortesia, gli alberghi erano belli, in particolare quelli di Puerto Madryn, Ushuaia, Calafate e Iguazù. Le escursioni ci sono pure piaciute molto e abbiamo avuto anche fortuna col tempo. Le escursioni in privato sono andate molto bene: guide competenti e molto gentili. Si abbiamo visto le balene e un piccolo ci ha “speronato” col muso più volte e proprio dove eravamo seduti Cédric ed io (allungando la mano avremmo potuto toccarlo). Una bella esperienza. poi già dalla riva le si potevano vedere in lontananza che facevano alcuni balzi! proprio bello!!! Minitrekking: simpatica l’idea del whiskey!!! pf. poi l’arrivo era vicino a stomaco vuoto e con il dolce al cioccolato ha fatto subito effetto. La sorpresa è stata proprio carina e il ghiacciaio è impressionante!!!!! Il viaggio, la meta ci sono piaciuti moltissimo quindi prima o poi organizzeremo un altro viaggio da quelli parti, magari in brasile :-))). Grazie per l’ottimo lavoro svolto e per i consigli che ci hai fornito!!! Cari saluti”  Manu e Cédric

Destinazione: Guatemala

“Un viaggio in Guatemala ottimamente organizzato nei minimi dettagli. Un viaggio coinvolgente in cui meraviglioso e’ stato perdersi nei sorrisi della gente e nei colori dei loro costumi. E meraviglioso e’ stato anche fare il pieno di energia trasmesso da una natura così rigogliosa: dalle foreste ai frutteti, dagli altipiani ai Caraibi, dai laghi al Rio Dulce solo paesaggi commuoventi”  Monica 

Destinazione: Nord Argentina

Salinas Grandes, Nord Argentina

“Grazie Tim per la perfetta organizzazione, supporto e assistenza durante il nostro bellissimo viaggio nel NOA (Nord Est Argentino). Il nord dell’Argentina è un mondo di forti contrasti e di meraviglie geologiche ancora poco conosciute, paesaggi lunari, vulcani e deserti salati. Il soggiorno a Colomé è stato molto piacevole (ottimo il vino bianco locale Torrontés). Bella anche la città di Buenos Aires e incredibili le cascate di Iguaçú. La prossima volta ti chiederemo la Patagonia”  Giacomo e Alessia 

Destinazione: Cile e Bolivia

“È stato un viaggio bellissimo sia in Cile che in Bolivia e siamo convinti che nessun altro operatore abbia potuto comprimere tante cose belle e fuori dai normali itinerari in tanto poco tempo. Complimenti a tutti voi!”  Gabriele e Antonella

Destinazione: Argentina e Brasile

“Our honeymoon trip to Argentina and Brazil was absolutely wonderful, exactly what we had hoped for! Thanks again Tim!”  Sean e Aileen 

Destinazione: Perù (Trekking del Salkantay)

Machu Picchu, Perù

“Thank you so much for all you did to make sure that our trekking in Peru was unforgettable!”  Frederick e Karine 

Destinazione: Brasile (Rio de Janeiro, Paraty, Ilha Grande, Salvador de Bahia, Manaus, Iguazú, Sao Luís de Maranhao, il Parco Nazionale dei Lençois Maranhenses)

Ilha Grande, Brasile

“Mi marido y yo hicimos un viaje a Brasil con Tim Travel Tours en Octubre de este año. Confiamos en los conocimientos de Tim que nos organizó un viaje donde además de visitar lugares increíbles como Rio de Janeiro, Salvador de Bahia, Manaus e Iguazú, lo más conocido, fuimos también a lugares como los Lençois Maranhenses, Sao Luís de Maranhao, Paratí e Ilha Grande. Verdaderas maravillas menos conocidas pero con un encanto especial. Tanto las pousadas como los guías cumplieron nuestras expectativas. Tenemos el mejor recuerdo de un viaje inolvidable!” Rafael e Inés 

Destinazione: Brasile

Fernando de Noronha, Brasile

“Nuestro viaje a Brasil ha sido estupendo. Queremos repetir con cualquier otro viaje preparado por ti!”  Rodrigo e Rose

Destinazione: Patagonia Argentina

Terra del Fuoco, Patagonia

“Cuando nos pides que describamos brevemente (en dos palabras) nuestro viaje a Argentina nos pides una cosa imposible. Sabes, pues asì lo hemos manifestado en varias ocasiones, tanto a ti como a los amigos, que el viaje a Argentina de veintitantos días ha sido uno de los mejores recorridos que hemos hecho en nuestra ya dilatada vida viajera.” Fer e Eva 

Destinazione: Parchi Nazionali della Tanzania con estensione a Zanzibar

“Bellissimo safari in famiglia in Tanzania, il parco nazionale Ruaha è veramente spettacolare! Grazie Tim per l’ottima organizzazione e per i tuoi suggerimenti” Pierluigi, Nicola e Filippo 

Destinazione: Nicaragua (León, Granada, San Juan del Sur, Ometepe, l’arcipelago di Solentiname e la regione del fiume San Juan)

“Grazie mille Tim per aiutarci ad organizzare questo bellissimo viaggio in Nicaragua. Un paese ricco di cultura, natura incontaminata e gente molto cordiale. Una destinazione da consigliare sicuramente a chi volesse organizzare un viaggio autentico in Centro America.” Jarno e Lisa

GermanEnglish